CLAMOROSO: HIGUAIN AL CHELSEA DI SARRI DOPO LA SUPERCOPPA, LEONARDO CERCA L’ACCORDO CON MORATA

Il nostro amore mai nato è già finito, avrebbe scritto Costanzo per far cantare Mina. La realtà è ben diversa: il Milan e Higuain sembrano al capolinea, l’attaccante argentino ha già l’accordo col Chelsea del suo maestro Sarri e Leonardo vuole solo che il Pipita giochi la Supercoppa con la Juve, poi sarà addio. Anche se Leonardo non ha ancora chiuso con Morata.Higuain non si è mai sentito un vero milanista ma il suo patto col Diavolo si è rotto la sera della sfida alla Juve. Higuain sbagliò un rigore e poi fu espulso dall’irreprensibile Mazzoleni (quello di Koulibaly e quello che nella stessa partita non buttò fuori Benatia per doppio giallo in occasione del fallo da rigore). Higuain quella sera si è sentito solo perché i tifosi e la dirigenza non gli hanno coperto le spalle.


I tifosi del Napoli e della Juve non avrebbero mai lasciato solo il proprio beniamino, anche a costo di essere irrazionali, anche a costo di dover far notare che la sclerata di Higuain con Mazzoleni è ingiustificabile, ma avviene DOPO l’espulsione… Insomma: non viene espulso perché sclera, ma sclera perché viene espulso prendendosi due gialli in 10 secondi. Cose che alla Juve aveva dimenticato.

Da lì Higuain non gioca per un mese e qualcuno dice che abbia “staccato” la testa dal Milan. Poi il corteggiamento di Sarri, uno che quando ha avuto in mano Gonzalo gli ha fatto fare 36 gol: record storico di marcature in Serie A, superando Nordhal e i numeri di un calcio che si risollevava dalle macerie della Seconda Guerra Mondiale.Da qui nasce l’irritazione di Leonardo, che prima di capodanno va a Milanello a confermare Gattuso (per mancanza di alternative) e lancia una frecciatina a Higuain. Il Giornale raccoglie il nervosismo dell’attaccante argentino e Leonardo, alla presentazione di Paquetà, sfrutta la presenza dei giornalisti in sala stampa per lanciare una una nuova stilettata: ora stai qua e fai, Higuain deve pedalare.Sembrava una chiusura al Chelsea ma è di ieri la notizia che il fratello agente del Pipita sia a Londra per trattare con i blues. Se Leonardo troverà l’accordo con Morata Higuain andrà in Premier: prima però deve provare a vincere la Supercoppa battendo la Juve, come fece a Doha quando indossava la maglia del Napoli e a Buffon ne fece due.

 

 

MIHAJLOVIC VUOLE ROMAGNOLI: PER AVERLO E’ ADDIRITTURA DISPOSTO A METTERE ZAPATA TITOLARE

Jovetic e Ibrahimovic sono i due nomi che stanno infiammando Milano, la città più dominante del calcio italiano ed europeo che però è in una fase di buio che dura da troppo tempo. Ieri in serata i nerazzurri hanno chiuso per Jo-Jo: 15 milioni al City e un contratto che lega il montenegrino al club di Thohir per 4 anni a 3 milioni e mezzo a stagione. Dopo due anni in Premier in cui non è riuscito a brillare, solo 11 gol in due stagioni, Jovetic cercherà di essere quello visto a Firenze: tecnico, veloce e geniale. L’attaccante esterno perfetto per Mancini, che può utilizzarlo tatticamente anche come seconda punta in appoggio a Icardi. Ora l’Inter punta tutto su Perisic per formare il suo tridente delle meraviglie e non crediamo che ci sia qualcuno che rimpianga Shaqiri: da compagni ai tifosi, dallo staff all’allenatore. Al Milan invece l’ambiente è in fibrillazione: le parole di Ibrahimovic che ripone il suo futuro nelle mani di Mino Raiola sono state interpretate come un segnale di apertura al Diavolo. Ma visto il curriculum e il carattere dell’agente nessuno può escludere finali a sorpresa. Intanto Galliani torna a sperare di avere Romagnoli a 25 milioni dalla Roma. Mihajlovic ha deciso che per stimolarlo nella Audi Cup schiererà Zapata titolare: come a dire, se non ci sarà il brindisi per Romagnoli berremo il vino della casa.