PUTIFERIO EMRE CAN, SARRI LO FA FUORI DALLA LISTA CHAMPIONS E SI ARRABBIA CON PARATICI: CHE SENZA MAROTTA NON E’ RIUSCITO A VENDERE GLI ESUBERI

Il 10 agosto Sarri aveva ammonito tutti: c’è una situazione imbarazzante e in queste condizioni ci sarà un big lasciato fuori dalla Champions. Paratici forse era troppo impegnato a contendere Lukaku a Marotta e non ha pensato alle 3 cessioni che la società gli aveva chiesto di fare.


Così ora Emre Can è una mina inesplosa all’interno dello spogliatoio: il tedesco è furibondo perché sente di aver fatto una scelta professionale sbagliata quando disse no al rinnovo col Liverpool e andò alla Juve a parametro zero. Oggi il Liverpool è campione d’Europa e lui è fuori dalla liste.

Ma vi è di più!!!

Siamo solo al 4 settembre ma è già il secondo calciatore della Juve che critica apertamente Sarri: dopo De Ligt che si è sfogato dopo una sola  partita non giocata ecco che anche il tedesco parla coi media locali. Mandzukic dopo il Mondiale russo non va più in Nazionale ma siamo sicuri che abbia ancora qualche contatto in Croazia. Un’altra vittoria per Marotta.

FLASH ⚡ CONTE E’ FURIBONDO PER ESSERE PARTITO PER L’ASIA SENZA ATTACCANTE: PRIMO GOL DI WANDA, SABATO LO FARA’ LUKAKU?

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Μαυʀɸ Iϲαʀδι – MI9 (@mauroicardi) in data:


Doveva esserci almeno uno tra Dzeko e Lukaku. Invece oggi l’Inter è partita per la tournèe asiatica senza un vero attaccante, visto che Lautaro si riposa dopo le fatiche della Copa e Icardi è ad allenarsi ad Appiano (piano, Mauro: non ci riinfiammare il scinochio, eh!). Icardi da più di un mese è a conoscenza della scelta di Conte e del club, però non si è ancora trovato un’altra squadra.

Così Wanda è in vantaggio 1-0 su Conte. Respingono il Napoli e strizzano l’occhio alla Juve, poi fanno trapelare che resta due anni fermo. Frenando il mercato dell’Inter, che ha addirittura richiamato dalle vacanze il giovane Puscas: romeno che si è messo in luce nell’Europeo Under 21 ma che ha giocato l’ultima stagione in Serie B.


Le arrabbiature e i silenzi di Andonio di questi giorni hanno smosso le acque e infatti l’Inter ha già rifatto un’offerta allo United. Per tenere buono Conte Zhang ha già pagato Barella quanto Bobo Vieri, però si è rifiutato di dare 20 milioni alla Roma per Dzeko. Il giorno della verità sarà sabato, perché alle 13.30 italiane per ironia della sorte l’Inter giocherà proprio contro il Manchester UTD: se Lukaku dovesse giocare coi red devils Conte non sarebbe ironico neanche un po’.

ATTENTA WANDA, E SE JUVE E NAPOLI VOLESSERO SEDURTI E ABBANDONARTI? ORA SARA’ CONTE A DOVER SUBIRE LA SITUACCIÓN

A Sarri Icardi piace ma complicherebbe la sua idea di Juve con CR7 o Dybala ad alternarsi come prima punta. Al Napoli creerebbe più problemi di quelli che risolve Milik e, dopo Manolas, DeLa sta preparando l’assegnone per James Rodriguez. Ma se all’Inter non arrivano i soldi da Maurito è difficile prendere Lukaku, il tempo gioca a sfavore dei nerazzurri e la tensione sale sulla dirigenza.

le parole di ieri di Marotta

Ma Icardi piace anche alla Juve e a Torino il mercato non lo fa l’allenatore: solo che non è detto serva quest’anno. Paratici starebbe pensando di tergiversare fino a fine mercato per provare poi, se Higuain e Mandzukic saranno partiti, a e prendere maurito a prezzo stracciato. Il Napoli non sembra volersi muovere seriamente, oggi Ancelotti lo ha stroncato anche tatticamente e le famose big evocate da wandissima non si fanno vedere, ancora.

E su Wanda, che rientra nel pacchetto, continua a esserci un mistero sul suo ruolo da opinionista a Tiki Taka. L’ambeinte nerazzurro avrebbe gradito un passo indietro della moglie-agente, qualcuno dice che ci sarà, Mediaset non parla ma dopo la presentazione dei palinsesti filtra un “trattiamo”.

Paratici e Agnelli forse stanno pensando che alla Juve potrebbe andare bene anche così: prenotando Icardi a parametro zero e lasciando che sia Conte a doversi gestire lui da mandare in tribuna e Wanda che la sera va in tv a dire la sua. Il muro contro muro è condito da ripicche e alleanze con Torino: il tutto per tutto per fermare Andonio.