#GRIGLIASCUDETTO DEFINITIVA! LA ROMA HA UN DZEKO IN PIU’, VIOLA CON AMBIZIONI EUROPEE, TORO E ATALANTA PAGHERANNO QUALCOSA, OCCHIO AL CAGLIARI DEL NINJA

E’ il giochino dell’estate: ci si arrabbia facilmente e spieghiamo subito ai tifosi del Milan che, se a mercato chiuso avranno concluso qualche affare e fatto qualche cessione potranno giocarsi la Champions con Roma e Lazio. Atalanta e Torino potrebbero pagare rispettivamente gli impegni in Champions e la preparazione anticipata per l’Europa League. Non sappiamo se Nainggolan farà tutta la stagione al Cagliari o a gennaio tornerà all’Inter, ma la squadra sarda si candida a rivelazione della stagione. Occhio poi alla Viola di Chiesa e Ribery: ha ambizioni europee e Montella è un ottimo allenatore.

Ci rivediamo il 2 settembre per vedere se il mercato imporrà delle modifiche: Napoli e Inter sono ancora dietro la Juve ma vediamo anche che succede sul fronte Icardi.

IRROMPE LA VIOLA: FRANK RIBERY POMPA LE SPERANZE EUROPEE DI MONTELLA, E LA TRADUTTRICE ALESSIA ENRIQUEZ E’ PURE MOLTO BBONA

Esce il Toro: ora in nona posizione

Quando ha sognato anche il Milan

FLASH ⚡ DI-AMARO NAPOLI: ANCELOTTI VEDE SFUMARE JAMES E STAVOLTA SI ARRABBIA SUL SERIO, ERA LUI L’UOMO SCURETT


Le parole di DeLa su James da ottenere solo in prestito sembrano i titoli di coda all’affare dell’estate del Napoli: 42 milioni per il presidente sono troppi per il colombiano, mentre sarebbero giusti per Icardi. Anche se maurito e Wanda non vogliono trasferirsi a Napoli e preferiscono la Juve e anche se Ancelotti e Mertens avevano chiesto pubblicamente un altro tipo di giocatore.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

@mrancelotti su @mauroicardi

Un post condiviso da Tackle Duro 🏴‍☠️ (@tackleduro_) in data:

James è quello che può aumentare la qualità del suo attacco e Ancelotti parla con el Bandido da mesi: proprio per questo soprannome era anche stato praticamente annunciato da un tweet della sempre frizzante comunicazione partenopea. Stavolta il cambio di idea del presidente non è piaciuto ad Ancelotti, che vedeva in Rodriguez il giocatore giusto per lo Scurett.