HIGUAIN INCONTRA IL MILAN, MA UN ANNO FA PENSAVA CHE ALLA JUVE FOSSE PIU’ TUTELATO DAGLI ARBITRI…

Il rosso di frustrazione Higuain alla Juve non l’ha mai preso, ma sa bene cosa sia visto che con le maglie di Napoli e Milan gli arbitri non hanno perso occasione per punire la sua impulsività in campo. Ma il suo problema non è questo: chi ricorda l’avventura di Gonzalo a Milano conosce benissimo il capolinea, cioè non il mercato di gennaio ma la sfida con la Juve di novembre 2018. Quella in cui Gonzalo sbaglia un rigore e poi viene espulso.

 Lì l’ambiente milanese lo ha condannato, a Napoli invece el Pipa aveva trovato più empatia quando fu espulso a Udine, e ha provato a solleticare i tifosi Il 13 Novembre 2018 dalle pagine de La Gazzetta Il 13 si lessero parole di fuoco verso la falla nel sistema e la disparità di trattamento. Un articolo scritto evidentemente dopo aver parlato con Higuain, visto che veniva descritto come el pipa si sentisse: e cioè meno  tutelato

Dichiarazioni che fanno scopa con il tweet del fratello che, ai tempi di Napoli, cinguettava così

HIGUAIN NON VUOLE ANDARE A FARE IL SALVATORE DELLA PATRIA A ROMA E CHIEDE DI FARE IL VICE DI CRISTIANO… MA COME SPIEGHERA’ LO SFOGO SU ARBITRI E VAR DOPO IL ROSSO IN MILAN-JUVE?

Rifiuta la Roma perché secondo lui sarebbe la stessa storia del Milan: dove non è riuscito a mettere il suo talento a disposizione della squadra anche perché la squadra non era al livello del suo talento. Colpa sua, ci mancherebbe, ma Gonzalo vuole la Juve e, per restare, farebbe anche il vice CR7. Però il mercato è aperto e la dirigenza ha deciso che per lui 9 milioni sono troppi.

Ma il suo problema non è questo: chi ricorda l’avventura di Gonzalo a Milano conosce benissimo il capolinea, cioè non il mercato di gennaio ma la sfida con la Juve di novembre. Quella in cui Gonzalo sbaglia un rigore e poi viene espulso. Lì l’ambiente milanese lo ha condannato, a Napoli invece el Pipa aveva trovato più empatia quando fu espulso a Udine, e ha provato a solleticare i tifosi Il 13 Novembre 2018 dalle pagine de La Gazzetta Il 13 si lessero parole di fuoco verso la falla nel sistema e la disparità di trattamento. Un articolo scritto evidentemente dopo aver parlato con Higuain, visto che veniva descritto come el pipa si sentisse: e cioè meno tutelato

Dichiarazioni che fanno scopa con il tweet del fratello che, ai tempi di Napoli, cinguettava così

 

CLAMOROSO: HIGUAIN AL CHELSEA DI SARRI DOPO LA SUPERCOPPA, LEONARDO CERCA L’ACCORDO CON MORATA

Il nostro amore mai nato è già finito, avrebbe scritto Costanzo per far cantare Mina. La realtà è ben diversa: il Milan e Higuain sembrano al capolinea, l’attaccante argentino ha già l’accordo col Chelsea del suo maestro Sarri e Leonardo vuole solo che il Pipita giochi la Supercoppa con la Juve, poi sarà addio. Anche se Leonardo non ha ancora chiuso con Morata.Higuain non si è mai sentito un vero milanista ma il suo patto col Diavolo si è rotto la sera della sfida alla Juve. Higuain sbagliò un rigore e poi fu espulso dall’irreprensibile Mazzoleni (quello di Koulibaly e quello che nella stessa partita non buttò fuori Benatia per doppio giallo in occasione del fallo da rigore). Higuain quella sera si è sentito solo perché i tifosi e la dirigenza non gli hanno coperto le spalle.


I tifosi del Napoli e della Juve non avrebbero mai lasciato solo il proprio beniamino, anche a costo di essere irrazionali, anche a costo di dover far notare che la sclerata di Higuain con Mazzoleni è ingiustificabile, ma avviene DOPO l’espulsione… Insomma: non viene espulso perché sclera, ma sclera perché viene espulso prendendosi due gialli in 10 secondi. Cose che alla Juve aveva dimenticato.

Da lì Higuain non gioca per un mese e qualcuno dice che abbia “staccato” la testa dal Milan. Poi il corteggiamento di Sarri, uno che quando ha avuto in mano Gonzalo gli ha fatto fare 36 gol: record storico di marcature in Serie A, superando Nordhal e i numeri di un calcio che si risollevava dalle macerie della Seconda Guerra Mondiale.Da qui nasce l’irritazione di Leonardo, che prima di capodanno va a Milanello a confermare Gattuso (per mancanza di alternative) e lancia una frecciatina a Higuain. Il Giornale raccoglie il nervosismo dell’attaccante argentino e Leonardo, alla presentazione di Paquetà, sfrutta la presenza dei giornalisti in sala stampa per lanciare una una nuova stilettata: ora stai qua e fai, Higuain deve pedalare.Sembrava una chiusura al Chelsea ma è di ieri la notizia che il fratello agente del Pipita sia a Londra per trattare con i blues. Se Leonardo troverà l’accordo con Morata Higuain andrà in Premier: prima però deve provare a vincere la Supercoppa battendo la Juve, come fece a Doha quando indossava la maglia del Napoli e a Buffon ne fece due.