È TROPPO DURA ALLA JUVE: RUGANI VERSO LA SAMP IN PRESTITO

Tutti vogliono Rugani, ma la Juventus ha intenzione di cederlo solo in prestito e la Sampdoria ha chiesto il difensore centrale senza alcun diritto di riscatto. L’idea è quella del prestito oneroso per 18 mesi che permetterebbe a Rugani di rilanciarsi, dopo non aver praticamente mai giocato in questa stagione (appena due minuti in Champions League, nessuno in campionato). Titolare inamovibile lo scorso anno a Empoli, il centrale sperava di avere maggiore considerazione da Allegri, ma il tecnico toscano non pare al momento voler puntare su di lui: Napoli e Fiorentina farebbero carte false per averlo (la scorsa estate gli azzurri hanno offerto circa 20 milioni per il suo cartellino), ma la Juventus non vuole prendere in considerazione alcuna offerta per Rugani, al di fuori del prestito senza alcun tipo di prelazione. Ecco perché l’ipotesi Sampdoria puo’ essere quella maggiormente percorribile per questo giovane 21enne, su cui la Nazionale punta moltissimo.

Davide Russo de Cerame
Giornalista sportivo di TeleLombardia, Antenna 3 e Top Calcio 24
@DRussodeCerame

 

IL REAL SI TUFFA A BOMBA SU ICARDI PER GENNAIO: PRONTI 45 MILIONI MA PER l’INTER SONO POCHI

Il Real Madrid vuole Mauro Icardi: Benitez ha chiesto un attaccante di peso che possa scendere in campo in Champions League e l’argentino rappresenterebbe il profilo ideale. Florentino Perez è pronto a spendere già a gennaio una cifra anche superiore ai 40 milioni di euro per il cartellino di Icardi, ma l’Inter non puo’ al momento privarsi del suo gioiellino, senza aver ancora nemmeno pensato con chi sostituirlo.

ICARDI PANCHINA
Icardi in panchina con la Roma: Mancini ha dimostrato che può vincere gare importanti senza di lui

Fresco di rinnovo con i nerazzurri (percepisce 3,2 milioni di euro più bonus fino al 2019), Mauro Icardi non sta vivendo una stagione particolarmente positiva, dopo essere stato capocannoniere lo scorso anno con 22 reti: criticato per i pochi gol (tre in nove presenze), l’argentino non ha preso bene l’accanimento mediatico nei suoi confronti e potrebbe gradire un eventuale trasferimento, anche a stagione in corso. Benitez è rimasto deluso da Benzema, partito benissimo con sei gol in sei gare fino all’infortunio dello scorso 4 ottobre, che lo ha tenuto lontano dal campo: lo scandalo a luci rosse poi ha complicato ulteriormente le cose per il francese, che ora rischia di restare fuori squadra. L’Inter è da tempo sulle tracce di Jesè Rodriguez, quest’anno finalmente preso in considerazione al Real Madrid, ma ancora non al punto da essere ritenuto incedibile: nonostante l’assenza di Benzema, il classe ’92 è sceso in campo appena otto volte tra Liga e Champions e non è da escludere che l’Inter possa chiederlo come parziale contropartita nell’eventuale affare Icardi. A due mesi dall’apertura del calciomercato l’Inter è già di fronte a un bivio: vendere subito Icardi o resistere almeno fino alla prossima estate?

Davide Russo de Cerame
Giornalista di TeleLombardia, Antenna 3 e TopCalcio24
@DRussodeCerame

 

MILAN, EXIT ONLY: SUSO E JOSE’ MAURI IN PRESTITO, NOCERINO CIAO, MEXES E ZAPATA SUL MERCATO

Prima le cessioni, poi gli acquisti: il Milan ha già le idee chiare per il prossimo mercato di gennaio e la società rossonera ha deciso quali saranno i giocatori che lasceranno il club. Suso e José Mauri sono destinati a essere prestati: il Milan inserirà eventualmente il diritto di riscatto a favore della società che li acquisterà, ma non vuole perdere il controllo sui due giovani, arrivati entrambi a parametro zero. In difesa Mexes e Zapata sono stati messi già sul mercato, ma le situazioni sono differenti. Il francese, che ha rinnovato il contratto fino al prossimo giugno con un ingaggio inferiore rispetto al precedente (1,5 milioni di euro netti l’anno), potrà andare via anche a costo zero. Il Milan per la cessione di Zapata chiede almeno 10 milioni di euro, che verrebbero poi reinvestiti sul mercato per acquistare un difensore d’esperienza e un centrocampista. A questi aggiungiamo Nocerino, che non era neanche alla cena di Mihajlovic, assente insieme a Suso e Alex.

Davide Russo de Cerame
Giornalista sportivo di TeleLombardia, Antenna 3 e Top Calcio 24
@DRussodeCerame