FERRERO SI E’ AFFERMATO: MA LA SAMP FARA’ SOGNARE ANCHE L’ANNO PROSSIMO?

La distinzione tra Massimo Ferrero uomo di spettacolo e Massimo Ferrero presidente Samp è obbligatoria: il primo è onestamente una bomba atomica. Non propriamente colto ma di ironia genuina, Ferrero ha conquistato tutti con le sue sparate nonostante qualche scivolone su Thohir, i filippini e i cinesi tutti appesi. Lo abbiamo amato e accostato anche ai grandi presidenti vulcanici della storia italiana: da Rozzi a Massimino, passando per Gaucci e Anconetani. Poi c’è il Ferrero presidente della Samp, e anche quello è incontestabile: ha portato la squadra praticamente in Europa e a San Siro domenica a fine partita è stato travolto dai fighetti della tribuna vip che non potevano non avere un selfie col Viperetta.

In un’epoca di presidenti noiosi lo stile di Massimo Ferrero è stato un ordigno piazzato al centro del mondo del calcio italiano. Straparla in Estate su Delio Rossi (e noi ce ne siamo occupati già a luglio) e poi il capo storico della comunicazione doriana Marangon lascia il suo posto. Ma Ferrero è diventato un idolo l’11 agosto durante la caldissima giornata che sancirà l’elezione di Tavecchio a numero uno Figc. In diretta con Sky Ferrero strappò il microfono ad Alciato per difendere il protagonismo di Lotito, che secondo alcuni aveva fisicamente portato gli altri presidenti a votare Tavecchio: “quando c’é un matrimonio vo’ fare a sposa a un funerale vo fare er morto“.

Poi comincia il campionato con un pari al Barbera, in diretta su Sky nel dopopartita comincia a parlare in siciliano fino a rimanere inebriato dalla D’amico, che prova a conquistare con parole ambigue.

I Social a quel punto sono impazziti e sull’onda d’urto è arrivata l’imitazione di Crozza: che consacra Er Viperetta Massimo Ferrero come personaggio cult e mainstream. Crozza lo prende velatamente in giro: “mi presti 1 euro, te lo ridò“. Tutti ridono, anche sotto i baffi, ma la Samp vola in zona Champions.

Ferrero a quel punto diventa troppo in vista e puntuali arrivano i pettegolezzi del mondo del cinema romano, la vecchia storia del fallimento di una compagnia aerea fino al servizio de Le Iene di Dino Giarrusso “Ferrero, Mito o bandito?” (guarda qui il servizio)

 ferrero iene
Il servizio pone un quesito e non una tesi, ma si affaccia sulla personalità di Ferrero anche attravero le domande ai giocatori della Samp: “ma Ferrero vi paga puntualmete? Okaka dice “certo, ci paga tutti i mesi”.  Intanto però la Samp è stata messa in vetrina e arrivano i compratori a cercare di comprare i gioielli migliori: a partire da Mihajlovic. L’anno prossimo però Eto’o avrà un anno di più, Muriel vedremo se resterà, Okaka, Obiang e Soriano sono difficili da mantenere in blucerchiato.

mihalovic lascia

Il futuro, insomma, è quello che conta, dopo questa stagione la Samp riuscirà a confermarsi sui buoni livelli di quest’anno come ha fatto il Torino di Ventura? Che l’anno scorso andò in Europa al posto del Parma e che quest’anno è arrivata nel calcio che conta?

IMG_1280.JPG

Quello che non vogliamo vedere è un altro caso Parma: che indipendente dall’esclusione dall’Europa League quest’anno è crollato restando ultimo in classifica. Oltre a essere fallito il 19 marzo scorso.