MIHAJLOVIC VUOLE ROMAGNOLI: PER AVERLO E’ ADDIRITTURA DISPOSTO A METTERE ZAPATA TITOLARE

Jovetic e Ibrahimovic sono i due nomi che stanno infiammando Milano, la città più dominante del calcio italiano ed europeo che però è in una fase di buio che dura da troppo tempo. Ieri in serata i nerazzurri hanno chiuso per Jo-Jo: 15 milioni al City e un contratto che lega il montenegrino al club di Thohir per 4 anni a 3 milioni e mezzo a stagione. Dopo due anni in Premier in cui non è riuscito a brillare, solo 11 gol in due stagioni, Jovetic cercherà di essere quello visto a Firenze: tecnico, veloce e geniale. L’attaccante esterno perfetto per Mancini, che può utilizzarlo tatticamente anche come seconda punta in appoggio a Icardi. Ora l’Inter punta tutto su Perisic per formare il suo tridente delle meraviglie e non crediamo che ci sia qualcuno che rimpianga Shaqiri: da compagni ai tifosi, dallo staff all’allenatore. Al Milan invece l’ambiente è in fibrillazione: le parole di Ibrahimovic che ripone il suo futuro nelle mani di Mino Raiola sono state interpretate come un segnale di apertura al Diavolo. Ma visto il curriculum e il carattere dell’agente nessuno può escludere finali a sorpresa. Intanto Galliani torna a sperare di avere Romagnoli a 25 milioni dalla Roma. Mihajlovic ha deciso che per stimolarlo nella Audi Cup schiererà Zapata titolare: come a dire, se non ci sarà il brindisi per Romagnoli berremo il vino della casa.