A NAPOLI IL RESTAURO DI MARADONA RESTA ETERNO: MA QUANDO EL D10S PARLA PORTA SEMPRE MOLTA SFIGA

Il rifacimento del suo murales storico ai quartieri spagnoli era doveroso. Un pezzo di storia popolare e di urban art restituita alla città di Napoli a memoria delle grandi vittorie degli anni ’90. Non sappiamo se El Pipita Higuain lo guarderà o ne sogna uno nuovo con la sua faccia: quello che sappiamo è che da quando Diego si é ricreduto su Sarri e ci informa con i suoi pronostici, a Napoli toccano ferro, palle e corni rossi.

maradona

Disse el D10s alle prime difficoltà della stagione: si era a metà settembre e il Napoli non era messo bene. Poi la Sarri band è risalita in classifica, e a Novembre Diego chiede scusa. Cominciò ad appassionarsi al progetto e questo fa pensare che stia ammiccando alla società partenopea. Perché chiaramente poter dire di essere stato l’unico a far vincere lo Scudetto al Napoli è sempre meglio che dividere la gloria con un nuovo eroe, quindi se Diego va oltre questo è forse per ingraziarsi qualcuno, oltre che i tifosi.

13 nov

Poi si arriva alla supersfida scudetto dello Stadium: Juventus-Napoli, decisa da Zaza all’88°. Alla vigilia arrivò il video messaggio del Pibe che diceva “Ve ne famo tre”. A Napoli toccarono ferro, palle e corni rossi, ma non bastò.

Di questi giorni la notizia del rifacimento dello storico murales, quello con la finestra “postuma” che spunta in faccia a mmmmarado’! Lui ha apprezzato e commentato: ma se stasera al Franchi il Napoli non vince lo Scudetto fugge via. Inutile dire che a Napoli da ieri stanno toccando ferro, palle e corni rossi!

10268725_527152600790210_8558132276757073023_n